Impressioni del gusto

dal web - il Mangione

Pranzo di Giovedì 14 Agosto 2008

In un minuscolo paese in provincia di Como ed a due passi dal confine Svizzero, amici del posto ci hanno fatto scoprire un ristorante che meriterebbe una diversa location per come cucinano e per come porgono le portate. Il locale è stato recentemente ristrutturato dai nuovo proprietari: una coppia simpatica con lui che sprizza cordialità ed è molto estroverso mentre lei, carina e sorridente, è molto più riservata. In sala ci sono solo loro e quando c'è più gente, e ciò accade abbastanza spesso perchè fanno anche un'ottima pizza, il servizio è un po' lento. Questo però è l'unico difetto mentre i pregi sono tantissimi. Il locale è arredato con gusto e nella buona stagione un paio di terrazzi a diversi livelli consentono di mangiare fuori. Appena seduti ci portano un cestino di panini diversi, alle noci, alle olive e normale e ci presentano il menu con un foglio interno che cambia secondo il giorno.

Decidiamo di saltare gli antipasti, peraltro molto invitanti, per passare direttamente ai primi, tutti diversi per assaggiare un pò di tutto: paccheri al sugo di crostacei, fantastici, legati bene con seppioline a pezzetti, un gamberone ed uno scampo giganti, sughetto rosato con pomodori pachino; gemelli (un tipo di pasta attorcigliata) al tartufo nero di Norcia, ottimo; risotto montasio e pere, buonissomo, giustamente cotto e cremolato, con un sapore deciso ed allo stesso tempo delicato ed infine trofiette alle capesante, buonissime. 

Ci siamo stupiti come tutto fosse così buono tanto che ognuno si teneva stretto il suo piatto e quasi non lo voleva far assaggiare. Le porzioni erano abbondanti ed in due non ce la siamo sentiti di passare ad un secondo, ripiegando su due antipasti: una tartare di tonno che ci ha stupito per freschezza e sapore ed una porzione di pesci "puttanini" piccoli pesci di lago cotti nell'aceto.

Gli altri due secondi: una frittura mista dell'osteria, gamberoni e gamberetti, scampi pescetti e totani, il tutto presentato con gusto e fantasia in parte in un cartoccio di carta paglia, su un piatto quadrato decorato con un filo si aceto balsamico e guarnito con un contorno di patate al forno e zucchine lesse e ripassate in padella. Inutile dire che il pesce era freschissimo, gustoso ed asciutto. L'altro è stato una cotoletta alla milanese, quella classica con il manico, tenera e saporita e guarnita con patate ed insalatina. Tutti i piatti sono stati presentati in maniera curata ed attenta e questo è un ottimo modo di fare in quanto predispone ad un favorevole apprezzamento.

Alla fine, strapieni, abbiamo optato per un sorbetto corretto al Braulio ed un caffè. Per vino abbiamo scelto un pinot grigio Santa Margherita ed acqua S, Pellegrino in borriglia di vetro da 75 cl. Il conto: coperto 2 € ,i primi 9,5 €, i secondi 18 €, gli antipasti 10,5 €, il vino 15 €, i sorbetti 4 €, il caffè1,5 €, quindi nel nostro caso circa 35 € a testa con la mancia. Il locale è stata una lietissima sorpresa e l'abbiamo frequentato altre volte, sempre con soddisfazione. Trovandosi in zona vale la pena di fare una deviazione per provarlo.
Prezzo a persona: 35,00


www.ilmangione.it